Test allergologici cutanei – Patch Test – Prick Test

Per concordare un appuntamento compilare il form
o contattare una delle sedi indicate

Categoria:

Descrizione

Patch test

Tra i test allergologici cutanei il Patch test consiste nell’applicazione sulla parte alta del dorso a circa 5 cm dalla linea mediana, di cerotti adesivi.

All’interno dei cerotti sono preseni una serie preordinata di estratti allergenici inorganici, comunemente responsabili di allergia da contatto.

Per ogni sostanza aptenica si stabilisce un dosaggio sufficiente ad evocare una reazione, anche in soggetti scarsamente sensibilizzati. Questo per ridurre al minimo il rischio di reazioni irritanti.

Dei test allergologici cutanei i Patch test rappresentano le prove diagnostiche elettive nelle dermatiti da contatto.

Come funzionano i test allergologici cutanei

I patch test riproducono la modalità di sensibilizzazione, infatti evocano una reazione eczematosa (eritema, edema, vescicole e papule) che mima la patologia cutanea da contatto.

La lettura dei risultati deve essere effettuata dopo 48-72 ore.

In caso di gravidanza accertata o di allattamento si consiglia di non effettuare il patch test.

Prima di effettuare un patch test:

Non si dovrebbero applicare corticosteroidi topici (farmaci antinfiammatori steroidei) o il pimecrolimus ed il tacrolimus (antinfiammatori) per 1-2 settimane. Non esporre al sole la zona ove sarà applicato il test.

Il giorno dell’esecuzione del patch test di allergologia, non applicare lozioni, creme od unguenti

Durante l’esecuzione del test di allergologia:

Non bagnare la zona ove è posizionato il patch test

Evitare le attività che causano sudorazione e traspirazione, bagni e docce fino a quando il medico non rimuova il patch test

Prick test, test allergologici cutanei

Il Prick test è il test allergologici cutanei maggiormente utilizzato nella diagnosi delle allergopatie.

Tali est allergologici cutanei possono essere effettuati a qualsiasi età ; sia per i soggetti molto giovani che per quelli particolarmente anziani, con ridotta risposta cutanea, è necessario un adattamento dei parametri di valutazione.

La realizzazione dei prick test consiste nell’applicare una goccia dell’estratto allergenico sulla cute del paziente.

In particolre si applica in corrispondenza della superficie volare dell’avambraccio, e nel pungere attraverso la goccia gli strati superficiali del derma con una lancetta sterile (punta da 1 mm).

Risultati dopo 15-20 minuti. La reazione è positiva se compare un pomfo con un diametro uguale o superiore a 3 mm associato o meno ad eritema.

In caso di gravidanza accertata si sconsiglia di effettuare i prick test, l’allattamento non rappresenta una controindicazione ma si consiglia di valutare bene i singoli casi e le effettive necessità.

Direzione: Via Velletri 10 Roma

Contattaci

Contattaci

800 300 100

Scrivici

Scrivici

info@artemisialab.it