Ecografia delle Ghiandole Salivari

 

Per concordare un appuntamento compilare il form
o contattare una delle sedi indicate

Descrizione

Procedura
Al fine di effettuare correttamente l’ecografia delle ghiandole salivare non è richiesta al paziente alcuna preparazione preliminare all’esame.

Il giorno dell’esame, il paziente potrà recarsi senza seguire una procedura specifica.

Si consiglia, tuttavia, al paziente di portare con sé il giorno dell’esame, eventuali analisi fatte e la lista dei medicinali recentemente assunti o in assunzione dallo stesso.

L’ecografia delle ghiandole salivari è un esame ecografico superficiale. Per la sua esecuzione è necessario l’utilizzo di una sonda ad alta definizione che generalmente è di 7,5 MHz.

Questa tipologia di esame segue una metodica diagnostica assolutamente non invasiva, la quale, viene utilizzata per lo studio delle ghiandole salivari che si localizzano sotto la mandibola in numero di due. Queste sono le ghiandole sottomandibolari e le ghiandole parotidee (che sono posizionate sotto l’orecchio in entrambi i lati).

Si tratta di un esame, il quale, si effettua nelle sindromi dolorose, dove si è verificata una tumefazione a livello della mandibola o a livello parotideo.

L’ecografia delle ghiandole salivare permette di fornire informazioni sulle flogosi, sui calcoli e sulla presenza di eventuali tumori.

Quali sono le patologie delle ghiandole salivari

Le patologie delle ghiandole salivari si possono suddividere in

  • espansive
  • infiammatorie
  • litiasiche
  • patologie dovute a insufficienze ghiandolari

La patologia espansiva è nota anche come neoplastica delle ghiandole salivari. Essa può riguardare forme neoplastiche primitive benigne, quali ad esempio l’adenoma, e forme neoplastiche secondarie come tumori.  L’ecografia delle ghiandole salivari pertanto permette di identificare tali lesioni e distinguere tra le forme benigne e maligne.

La patologia infiammatoria più conosciuta invece sono, i così noti, orecchioni, infiammazione virale che colpisce generalmente i bambini.

Grazie all’ecografia delle ghiandole salivari è possibile valutare l’ingrandimento delle ghiandole, l’aumento della vascolarizzazione e la presenza di linfonodi reattivi.

La patologia litiasica si presenza in caso di calcoli cui sintomi possono essere il turgore delle ghiandole stimolando la salivazione. L’ecografia pertanto è in grado di identificare il calcolo salivari e le cause dello stesso.

Direzione: Via Velletri 10 Roma

Contattaci

Contattaci

800 300 100

Scrivici

Scrivici

info@artemisialab.it