stress da rientro

Stress da rientro? Che fare?

Le vacanze estive stanno finendo ed il pensiero del ritorno alla routine quotidiana provoca spesso malinconia e stress da rientro tra coloro che si sono potuti allontanare dal lavoro per concedersi qualche giorno di meritato riposo e relax.
Il malumore da rientro coglie 1 italiano su 5, mentre 1 italiano su 3 si scopre, al rientro dalle vacanze, più stressato di prima. Ovviamente per la maggior parte delle persone, l’ansia  e lo stress da rientro deriva dalla preoccupazione per gli impegni di lavoro ed i rapporti interpersonali connessi.

Le vacanze rappresentano un’occasione di evasione e recupero indispensabile per tutti, ma il ritorno ad una vita che non ci soddisfa o che ci preoccupa rischia di provocare uno stress da rientro eccessivo, che vanifica il conforto dato dal riposo e dalla spensieratezza.

Occorre inoltre tenere presente che spesso, durante le vacanze, si pone meno attenzione alla corretta alimentazione – con abuso di alcol, zuccheri, grassi, ecc. – ed al nostro orologio biologico. Ciò comporta una maggior difficoltà a riprendere la normale vita quotidiana.

Per migliorare il rientro a casa ed il ritorno alla routine, possiamo tenere presente e seguire alcune semplici regole, cercando di coglierne appieno i benefici.

Il ruolo dell’acqua nello stress da rientro

La mattina, quando il nostro corpo stenta a svegliarsi e a mettersi in moto, per prima cosa bagniamo con acqua fredda polsi e viso. Il rientro a lavoro, con il conseguente stress da rientro, avviene spesso quando le temperature sono ancora elevate e il caldo favorisce l’abbassamento della pressione sanguigna. L’acqua fredda sui polsi e sugli zigomi stimola la circolazione e schiarisce la mente.

L’acqua è protagonista anche del nostro risveglio gastrointestinale. Bere acqua, magari con un po’ di succo di limone, subito dopo il risveglio, aiuta ad alcalinizzare, riequilibrando l’acido in eccesso e donando energia.

Mettiamoci in movimento e diamoci degli obiettivi

Importante è poi fare un poco di moto, senza troppi sforzi ed anche solo per poco tempo, magari saltellando sul posto e oscillando le braccia: così facendo sosterremo l’attività cardiaca e la dinamicità del fisico.

Porsi degli obiettivi precisi durante la giornata, individuare un traguardo, definire un risultato da raggiungere ogni giorno, può darci il corretto stimolo e la necessaria carica per attivarci nel giusto modo.

Il ruolo dell’alimentazione

Contro lo stress da rientro, per trovare sin dal mattino energia e motivazione, è importante anche iniziare la giornata con una buona colazione, con il giusto apporto di elementi nutrienti. Meglio preparare l’occorrente la sera prima, apparecchiando la tavola e scegliendo gli alimenti da inserire nella dieta.

Predisponiamoci al buon umore contro lo stress da rientro

Molte persone la mattina si svegliano di cattivo umore e non si predispongono all’allegria ed al sorriso; ma sono numerosi e inimmaginabili gli effetti del sorriso sulla funzionalità dell’organismo! Sorridere e/o ridere sin dalla mattina favorisce il buon umore, migliorando la nostra creatività, concentrazione e autostima, stimola il sistema vascolare sostenendo il battito cardiaco, contribuisce a combattere l’ipertensione, a migliorare la digestione ed a produrre endorfine (ormoni del benessere).

Disponiamoci al sorriso quindi, magari regalando un caloroso buongiorno alle persone che incontriamo. Importante sarebbe sorridere anche a noi stessi, allo specchio.
Secondo numerosi studi, la terapia del sorriso e dello scambio di sorrisi è efficace in diversi casi di depressione. Perciò ricordiamoci ogni giorno di sorridere e di far sorridere: la nostra salute e quella di chi ci circonda ne trarrà un incredibile beneficio.

Buon rientro e buona ripartenza da Artemisia Lab 😊

Direzione: Via Velletri 10 Roma

Contattaci

Contattaci

800 300 100

Scrivici

Scrivici

info@artemisialab.it