Risonanza Magnetica Aperta

Per concordare un appuntamento compilare il form o contattare la sede indicata

Descrizione

Informazioni sulla Risonanza Magnetica Aperta

La risonanza magnetica aperta (RM)  è nata con lo scopo di garantire il servizio diagnostico di radiologia ai pazienti che soffrono di claustrofobia e quindi hanno difficoltà ad effettuare esami con strumentazione chiusa, e ai pazienti con una grave obesità. La Risonanza Magnetica Aperta offre il massimo confort per l’esecuzione dell’esame.

Diversamente dalla classica risonanza magnetica ad alto campo (chiusa … clicca per maggiori informazioni), questo esame permette al paziente di collocarsi in un ambiente più ampio, arieggiato ed “aperto”.

Generalmente la risonanza magnetica aperta è richiesta dai genitori i cui bambini necessitano di essere sottoposto ad un esame di risonanza magnetica. In questo caso, il bambino sarà più sereno senza avere il timore di essere introdotto nel cilindro della classica risonanza magnetica ad alto campo.

Inoltre, per la risonanza magnetica c’è la possibilità che un genitore possa accompagnare fisicamente il bambino durante l’esame. In questo modo potrà rassicurarlo, ricordandogli di rimanere immobile al fine di non compromettere l’esito dell’esame.

Tuttavia, bisogna tener in considerazione che a differenza della risonanza magnetica ad alto campo, l’uso del macchinario aperto ha una risoluzione qualitativa minore in quanto a basso campo magnetico.

Procedura

La procedura consiste nell’assicurarsi che il paziente non indossi oggetti di tipo metallico, quali; collane, orecchini, anelli bracciali, orologi ecc, al fine di garantire l’incolumiità dello stesso e la corretta esecuzione dell’indagine richiesta.

Inoltre è necessario escludere che il paziente non abbia subito incidenti che possano aver provocato l’inserimento di schegge o materiali ferro-magnetici all’interno del proprio organismo.

Per ultimo, ma non per importanza, è opportuno che il personale di riferimento (tecnico di radiologia) si assicuri che il paziente non abbia subito in passato operazioni chirurgiche. Questo perchè potrebbe aver subito l’applicazione di protesi metalliche non compatibili con la risonanza magnetica.

Si raccomanda, inoltre, al paziente la piena collaborazione al fine di ottenere un corretto esito dell’esame, pertanto il paziente dovrà garantire l’immobilità per tutta la durata dell’esame.

Direzione: Via Velletri 10 Roma

Contattaci

Contattaci

800 300 100

Scrivici

Scrivici

info@artemisialab.it