Osteopatia – visita specialistica osteopata

Come prenotare una visita
Per concordare un appuntamento compilare il form o contattare una delle sedi indicate

Descrizione

Che cos’è l’osteopatia?

L’osteopatia è una medicina manuale complementare alla medicina tradizionale, volta alla valutazione, trattamento e prevenzione delle principali problematiche della sfera muscolo-scheletrica, viscerale e cranica. È una terapia manuale incentrata sulla ricerca dello stato di salute psico-fisico della persona. Utilizza un approccio causale e non sintomatico alla patologia, senza l’utilizzo di farmaci o trattamenti fisico-strumentali.

Quando affidarsi all’Osteopata?

Attraverso una valutazione posturale globale della persona, l’osteopata è in grado di agire in modo integrato su diversi sistemi dell’organismo.

Osteopatia e colonna vertebrale: tra i principali disturbi che colpiscono la colonna vertebrale, troviamo:

  • dolori cervicali (spesso associati a cefalee, vertigini, instabilità e dolori irradiati a spalle e braccia);
  • dolori lombari (spesso associati a dolori irradiati agli arti inferiori come nella sciatalgia).

Questi sintomi possono essere causati da discopatie (protrusioni, ernie discali), traumi (colpi di frusta, cadute sul sacro) o vizi posturali. Da non trascurare anche l’influenza delle patologie di taluni organi (occhi, denti, stomaco, fegato, intestino etc.) sulla colonna vertebrale, di cui parleremo diffusamente in seguito.

Tutti questi disturbi possono causare alterazioni nella fisiologica biomeccanica vertebrale, che possono sfociare prima in dolore acuto e poi cronico.

Osteopatia viscerale: da un punto di vista anatomico, organi e visceri sono avvolti e rivestiti da diverse membrane connettivali, ancorate a loro volta alla colonna vertebrale attraverso legamenti e fasce. Questa connessione è fondamentale per contenere gli organi e permetterne un corretto movimento. Tra i principali disturbi ritroviamo:

  • problematiche digestive: reflusso, ernia iatale, gastrite, gonfiori addominali, turbe del transito intestinale, sindrome del colon irritabile;
  • problematiche ginecologiche: dolori pelvici e dolori mestruali?

In tutti questi casi si riscontra un’alterata funzione di organo che, oltre causare dolore e infiammazione locale, ne altera la mobilità. Queste strutture, essendo intimamente connesse con la colonna vertebrale, possono essere causa del dolore muscolo-scheletrico. È quindi compito dell’osteopata, attraverso un approfondito esame palpatorio viscerale, individuare e trattare, attraverso specifiche tecniche, l’organo in “disfunzione”.

Osteopatia cranio-sacrale:

I principali disturbi che possono essere trattati attraverso tecniche cranio-sacrali sono:

  • Cefalee mio-tensive;
  • emicrania;
  • affezioni congestizie come sinusiti e otiti:
  • alterazioni dell’equilibrio;
  • disordini temporo-mandibolari;
  • affaticamento cronico;
  • problematiche muscolo scheletriche.

Il sistema “cranio-sacrale” è formato dalle ossa del cranio, dalla colonna vertebrale e dal sacro. Il cervello e il midollo sono avvolti da tre membrane, dette “meningi”, tra le quali scorre il liquido cerebro-spinale, prodotto e riassorbito a livello cranico. La produzione ciclica di questo liquido crea un movimento ritmico, chiamato “ritmo cranio-sacrale”. Questo movimento si propaga poi in tutto il corpo, attraverso il tessuto connettivo fasciale. Il sistema “cranio-sacrale” può dunque essere influenzato non solo dagli organi del sistema nervoso centrale (cervello e midollo), ma anche dalle strutture periferiche del corpo. Questo ritmo, apprezzabile grazie ad un’affinata sensibilità palpatoria, può essere trattato ed armonizzato attraverso la stimolazione di punti ben precisi sul cranio, sulla colonna vertebrale e sul sacro.

L’intervento osteopatico, quindi, risulterà molto efficace grazie alla capacità dello specialista di integrare i diversi sistemi, musclo-scheletrico, viscerale e cranio sacrale, affrontando il problema a 360 gradi.

In sintesi

Colonna Vertebrale:

  • Dolori lombari, discopatie (protrusioni ed ernie discali), sciatalgie, artrosi;
  • dolori cervicali, discopatie (protrusioni ed ernie discali), torcicollo, colpi di frusta, artrosi;
  • dorsalgie, discopatie (protrusioni ed ernie discali), scoliosi.

Arti e articolazioni:

  • dolori articolari, artralgie, tendiniti, distorsioni a spalla, gomito, mano, anca, ginocchio, caviglia e piede.

Visceri:

  • problematiche digestive quali reflusso, ernia iatale, gastriti, ,sindrome del colon irritabile, stitichezza;

Cranio:

  • cefalea mio tensiva, emicrania;
  • affezioni congestizie come sinusiti e otiti;
  • alterazioni dell’equilibrio (instabilità, vertigini).

Cosa aspettarsi da una visita osteopatica?

Durante la prima visita osteopatica (circa 60 min), dopo un’approfondita anamnesi e uno scrupoloso esame obiettivo posturale del paziente, l’osteopata, non solo tratterà la zona sintomatica per diminuirne il dolore, ma ne ricercherà la causa. Spesso, la causa risiede in una zona corporea diversa da quella affetta dal dolore e, il trattamento di tale alterazione funzionale, lo rende efficace, portando ad un miglioramento della sintomatologia nel breve e lungo termine, nell’arco di poche sedute.

Direzione: Via Velletri 10 Roma

Contattaci

Contattaci

800 300 100

Scrivici

Scrivici

info@artemisialab.it