Contraccezione – Nuovo dispositivo Jaydess a rilascio ormonale intrauterino (IUS) – I nuovi sistemi sostitutivi della spirale classica (IUD)

Preparazione: Nessuna preparazione richiesta

Come prenotare una visita
Per chiedere informazioni su dove fare l’esame e concordare un appuntamento chiamare  800 300 100 o compilare il form

Categoria:

Descrizione

Nuovo sistema contraccettivo a rilascio intrauterino Levonorgestrel

Il più piccolo sistema intrauterino, con il più piccolo tubo di inserimento.
Studiato sia nelle donne nullipare che pluripare.

Durata
Elevata efficacia contraccettiva fino a 3 anni.

Dimensione
Il più piccolo sistema intrauterino, con il più piccolo tubo di inserimento.
Studiato sia nelle donne nullipare che pluripare.

 

Che cos’è Jaydess e a che cosa serve
Jaydess è un sistema a rilascio intrauterino (IUS) a forma di T, che dopo l’inserimento rilascia l’ormone levonorgestrel all’interno dell’utero. All’occhiello all’estremità inferiore del braccio verticale sono fissati due fili per la rimozione.

Dosaggio rilasciato
Il levonorgestrel è rilasciato a livello locale nella cavità uterina con un basso dosaggio medio di 6 microgrammi al giorno nei tre anni.

Quanto è efficace Jaydess
Jaydess ha efficacia con~racettiva dello 99,7% a tre anni. Poiché l’uso di Jaydess non richiede una compliance di assunzione giornaliera, settimanale o mensile da parte dell’utilizzatrice, la sua efficacia contraccettiva è indipendente dall’aderenza al metodo.

Come agisce Jaydess
Jaydess esplica un’azione principalmente locale nella cavità uterina. Per questo si può utilizzare un dosaggio giornaliero basso, in quanto l’ormone viene rilasciato direttamente nell’utero.
Il concepimento viene impedito innanzitutto grazie a:

  • Ispessimento del muco cervicale che impedisce il passaggio degli spermatozoi nel canale cervicale.
  • Inibizione della mobilita e funzionalità degli spermatozoi all’interno dell’utero e delle tube.

Nella quasi totalità delle donne l’ovulazione rimane inalterata.

Ritorno alla fertilità con Jaydess
L’utilizzo di Jaydess non influenza la fertilità futura. Dopo la rimozione di Jaydess, la donna ritorna alla sua normale condizione di fertilità.

Cosa succede al ciclo mestruale con Jaydess
Con Jaydess le donne possono avere flussi mestruali più brevi e leggeri. Nei primi mesi di utilizzo sono comuni perdite di sangue irregolari e spotting, che tendono a diminuire nell’arco dei primi 3-6 mesi. L’assenza di mestruazioni si verifica nel 11,6% delle donne. Il ciclo ritorna alla normalità, quando il sistema viene rimosso. Jaydess può, inoltre, alleviare il dolore durante il ciclo mestruale.

Dimensioni Reali

Quando deve essere inserita Jaydess
Jaydess viene inserita da un medico/operatore sanitario che ha esperienza nell’inserimento. Jaydess deve essere inserita entro 7 giorni dall’inizio della mestruazione. Il sistema può essere inserito anche immediatamente dopo un aborto nel 1° trimestre. Dopo un parto Jaydess può essere inserita dopo un intervallo di 6-12 settimane, a seconda della valutazione clinica da parte del medico. Jaydess può essere sostituita con un nuovo sistema in qualsiasi momento del ciclo.

Quando e come viene rimossa Jaydess
Jaydess viene rimossa dal medico tirando leggermente i fili con una pinza. Dopo tre anni, se si desidera continuarne l’uso, può essere sostituita immediatamente con una nuova. Se la donna non desidera una gravidanza, il sistema deve essere rimosso entro 7 giorni dall’inizio delle mestruazioni, purché il ciclo sia ancora regolare. Se Jaydess viene rimossa in un altro momento del ciclo e la donna ha avuto rapporti sessuali entro una settimana, sussiste il rischio di gravidanza, a meno che un nuovo sistema non venga inserito immediatamente dopo la rimozione del precedente.

Visite di controllo
Jaydess va controllata 4-12 settimane dopo l’inserimento e successivamente, ad intervalli regolari, almeno una volta l’anno.

Verificare il corretto posizionamento di Jaydess
La possibilità che Jaydess sia espulsa spontaneamente è bassa e può essere sospettata in caso di ritorno dei flussi mestruali per quantità e durata. Nel dubbio, la donna può verificare la presenza dei fili di repere del sistema intrauterino. La presenza di Jaydess può essere, infatti, verificata dalla donna, grazie ai due fili sottilissimi collegati alla base del dispositivo.

Gravidanza
Jaydess non deve essere usata se si è accertata o si sospetta una gravidanza in atto. E’ molto raro che in una donna s’instauri una gravidanza se Jaydess è posizionata correttamente. Alcune donne possono non avere il ciclo durante l’uso di Jaydess. La mancanza del ciclo mestruale non è necessariamente un segno di gravidanza. Nel raro caso in cui la donna rimanesse incinta con Jaydess inserita, si raccomanda la rimozione tempestiva del sistema.

Si può usare in allattamento
Jaydess può essere usata durante l’allattamento.

Effetti indesiderati
Gli effetti indesiderati, come dolori addominali, acne, tensione mammaria e cefalea sono più comuni nei primi mesi dall’inserimento e tendono a diminuire nel tempo.

Direzione: Via Velletri 10 Roma

Contattaci

Contattaci

800 300 100

Scrivici

Scrivici

info@artemisialab.it