Biopsia In Fusione di Immagini

Preparazione:

Nessuna preparazione richiesta
Come prenotare una visita:
E’ possibile usufruire di tale metodica semplicemente prenotando presso i laboratori Artemisia Lab, oppure chiedendo delucidazioni e/o colloqui conoscitivi ed informativi direttamente con la dottoressa.

Per concordare un appuntamento compilare il form

Descrizione

Mai più biopsie della prostata inutili e casuali! Oggi è possibile eseguire una biopsia mirata delle aree sospette della prostata mediante una tecnica di ultima generazione che si chiama Biopsia In Fusione di Immagini.

Con questa metodica e grazie ad un apposito macchinario, si vanno a colpire in maniera precisa e sotto visione diretta le aree sospette per tumore che sono state identificate agli esami eseguiti dal paziente.

In cosa consiste la Biopsia Fusion?

I livelli elevati del PSA inducono il paziente ad eseguire una Risonanza Magnetica Multiparametrica della Prostata.

Le sequenze T2 della risonanza magnetica permettono di identificare delle aree della prostata ipointense e sospette per tumore secondo un punteggio PI-RADS.

Uno speciale macchinario permette di fondere le immagini della risonanza magnetica con quelle dell’ecografia al momento della biopsia

Un software indica la direzione precisa in cui indirizzare l’ago affinchè la biopsia colpisca esattamente il target evitando prelievi inutili e diagnosi mancate

 

Dott.ssa Cristina Falavolti

Direzione: Via Velletri 10 Roma

Contattaci

Contattaci

800 300 100

Scrivici

Scrivici

info@artemisialab.it