medicina estetica - ingresso di una sede di Artemisia Lab a Roma

Come medicina estetica è possibile eseguire le seguenti prestazioni.

TRATTAMENTI DIMAGRANTI

LASERLIPOLISI: Tecnica che mediante un laser dedicato applicato attraverso una sonda di circa 1 millimetro di diametro ci permette di distruggere accumuli di cellule adipose in maniera selettiva ed efficace, inoltre, grazie al laser utilizzato nel tessuto sottocutaneo, si riesce ad ottenere un buon accollamento dei tessuti ridonando elasticità alla pelle sovrastante la zona trattata tanto da ottenere un vero e proprio “lifting”. Il trattamento si esegue in anestesia locale, eliminando tutti i rischi, disagi e costi legati all’anestesia totale. Dopo l’ intervento il paziente potrà riprendere le proprie attività quotidiane con minime limitazioni per un breve periodo di tempo. Il risultato finale sarà apprezzabile dopo circa 4 mesi durante i quali verrà metabolizzato il grasso emulsionato dal laser e la cute avrà modo di retrarsi recuperando la sua elasticità. Indicazioni: adiposità localizzata e lassità cutanea. Frequenza delle sedute: Ogni intervento è fine a se stesso consentendo di ottenere un risultato concreto, eventuali ulteriori interventi su altre zone del corpo possono essere effettuati dopo almeno trenta giorni. Spesso consigliamo di associare una dieta ed una integrazione alimentare idonea in maniera da ottimizzare il risultato. Si conseguirà in questo modo un dimagrimento mirato ed un vero e proprio “rimodellamento” del corpo anche in zone difficili da trattare con altre metodiche.

Vai alla pagina dedicata

 

CARBOSSITERAPIA: terapia che mediante la somministrazione locale anidride carbonica (CO2) modifica l’apporto di ossigeno ai tessuti. Il gas viene iniettato nel sottocute tramite un piccolo ago che, collegato ad erogatore di anidride carbonica, permette la diffusione lenta di CO2 nel tessuto trattato (tessuto lasso peritrocanterico e delle cosce). L’immissione di anidride carbonica stimola un maggior rilascio di ossigeno da parte dell’emoglobina, tale effetto permette una maggiore apertura degli sfinteri precapillari e di conseguenza migliora la qualità del microcircolo, stimola una aumentata formazione di capillari (neoangiogenesi) ne consegue un maggior flusso ematico ed un indiretto aumento della lipolisi intradipocitaria. Indicazioni: PEFS (Pannicolopatia Edemato-fibro-sclerotica); la cosiddetta cellulite, adiposità localizzata, lipomatosi diffusa, psoriasi, striae distensae (le cosiddette smagliature cutanee), lassità cutanea, insufficienza venosa, restless leg sindrome, acrocianosi, arteriopatie periferiche, fenomeno di Reynaud, trattamento delle ulcere cutanee. Frequenza delle sedute: 1-2 volte a settimana per un numero di almeno 20 sedute iniziali, seguita poi, a seconda dei casi, da sedute di mantenimento con cadenza variabile.

vai alla pagina dedicata 

 

CAVITAZIONE – LIPOTRISSIA:

EMULSIOLIPOLISI (quella che alcuni pazienti chiamano mesoterapia): terapia iniettiva loco regionale intradiposa (connettivo lasso superficiale). I farmaci iniettati, in seguito ad intenso massaggio, stimolano la lipolisi. Indicazioni: adiposità localizzata sola o frammista a PEFS (Pannicolopatia Edemato-Fibro-Sclerotica; la cosiddetta cellulite) nei primi due stadi. Frequenza delle sedute: 1 seduta a settimana per 4-8 settimane. Successivamente 1 seduta mensile di mantenimento per 3-4 mesi.

LINFODRENAGGIO MANUALE PROFONDO atto a riportare in circolo i liquidi accumulati nello spazio extracellulare soprattutto delle gambe ma anche di tutto il resto del corpo. Il liquido accumulato e ristagnante è carico di tossine prodotte dal metabolismo delle cellule circostanti e contribuisce alla formazione del tipico inestetismo a buccia d’arancia della cellulite. Indicazioni: PEFS (Pannicolopatia Edemato-fibro-sclerotica); la cosiddetta cellulite. Gambe stanche e appesantite a fine giornata. Frequenza delle sedute: 1-2 volte a settimana per 1-2 mesi.

MESOTERAPIA FLEBOTONICA terapia locale iniettiva atta a ripristinare l’equilibrio della parete venosa ristabilendo un giusto tono della parete del vaso venoso che nel tempo si è alterato, dilatandosi e perdendo la sua capacità contenitiva e di scambio. Questa alterazione della parete del vaso contribuisce all’accumulo di liquidi a livello extracellure e di conseguenza alla formazione dell’inestetismo della cellulite. Indicazioni: PEFS (Pannicolopatia Edemato-fibro-sclerotica); la cosiddetta cellulite. Frequenza delle sedute: 1 volta a settimana per 8-15 sedute. Successivamente si possono effettuare delle sedute mensili di mantenimento.

MESOTERAPIA FIBRINOLITICA terapia loco regionale intradermica indicata nella cura dello stato fibroso e sclerotico della PEFS (Pannicolopatia Edemato-fibro-sclerotica), di III e IV stadio (la cosiddetta cellulite caratterizzata dalla presenza di micro e macro noduli fibrotici che inducono il tipico aspetto a “buccia d’arancia”). Indicazioni: PEFS (Pannicolopatia Edemato-fibro-sclerotica); la cosiddetta cellulite nel II e IV stadio. Frequenza delle sedute: 1 volta a settimana per 8-15 sedute. Successivamente si possono effettuare delle sedute mensili di mantenimento.

ANALISI DEL DNA ANTIAGING

per la ricerca dei geni che contribuiscono ad un invecchiamento non salutare. Il prelievo è assolutamente non invasivo e viene effettuato strofinando un tampone sulla superficie interna della guancia. Il DNA prelevato viene successivamente mandato in laboratorio. I risultati si hanno dopo 4 settimane. Dai risultati sarà possibile consigliare trattamento con integratori e dietoterapia antiaging altamente personalizzata. N.B. il paziente NON deve mangiare, bere, lavarsi i denti o fumare per 1 ora prima del prelievo.

DIETOTERAPIA PERSONALIZZATA – CRONODINAMICA per la perdita di massa grassa e per una migliore performance psico fisica nello sportivo. Indicazioni: obesità, sovrappeso, stress, sport di resistenza o per l’aumento della massa muscolare. INTEGRAZIONE ALIMENTARE uso di fitoterapici, vitamine e minerali per il drenaggio linfatico, la stimolazione della lipolisi.

TRATTAMENTI ANTI AGING:

SKIN TIGHTENING – LIFTING NON CHIRURGICO – con LASER, LUCE PULSATA e RADIOFREQUENZA con questi apparecchi di ultima generazione si ottiene un immediato ringiovanimento della pelle con effetto lifting e depigmentazione valutabile fin dalla fine della seduta. Inoltre le cellule della pelle vengono stimolate a produrre più collagene inducendo un ringiovanimento che prosegue nelle settimane successive al trattamento stesso. Trattamento non invasivo e che non lascia segni evidenti. Viene infatti detto il “lifting” della pausa pranzo.

BLEFAROPLASTICA AMBULATORIALE NON CHIRURGICA tecnica ambulatoriale per la riduzione di quella “pelle in più” che con gli anni si forma sulla palpebra superiore. Il trattamento dura circa 30 minuti. Nei giorni successivi si potrà avere un lieve gonfiore ed arrossamento della parte trattata ma dopo pochi giorni sarà tutto passato. Il risultato sarà migliore rispetto al trattamento chirurgico in quanto in questo caso non rimangono cicatrici.

BIOSTIMOLAZIONE semplice trattamento iniettivo locale atta a stimolare a livello cutaneo i fibroblasti a produrre elastina, collagene di tipo III, acido ialuronico, a produrre un incremento numerico dei fibroblasti e a normalizzare la secrezione di sebo. Indicazioni: processo d’invecchiamento cutaneo e negli inestetismi della pelle (variabili cutanee, cute senescente, cicatrici, etc.). Frequenza delle sedute: 1 volta a settimana per le prime 4 sedute. Successivamente si passa ad una seduta ogni 15 giorni per 4 sedute ed infine 1 seduta mensile per mantenimento

BIORISTRUTTURAZIONE CON ACIDO IALURONICO (SKIN R) la bioristrutturazione prevede un’attivazione della sottopopolazione fibroblastica al fine di aumentare la rigidità del derma con un deposito di collagene cicatriziale. Il Medical Device utilizzato contiene frammenti di acido ialuronico ed una soluzione acida ed ipertonica di aminoacidi. Zone da trattare: viso, collo, decolletè, braccia, interno coscia, addome ed in genere tutte le zone ipotoniche. Frequenza delle sedute: 1 seduta ogni 15 giorni per 4 volte. Dopo 2 mesi ripetere il ciclo (il ciclo va ripetuto per 3 volte).

BIORIVITALIZZAZIONE CON ACIDO POLILATTICO trattamento iniettivo locale per delineare, ridefinire e modellare. L’acido polilattico è una sostanza biocompatibile e biodegradabile prodotto sinteticamente (non necessità di test cutanei preventivi) che stimola i fibroblasti a produrre collagene. Il risultato può durare fino a 2 anni. Frequenza delle sedute: Da effettuare 1 trattamento al mese per tre mesi per ottenere risultati paragonabili ad un lifting facciale chirurgico. Indicazioni: svuotamento delle guance, delle braccia e dell’interno coscia.

IMPIANTO DI ACIDO IALURONICO (FILLER) trattamento iniettivo atto a correggere una depressione del viso (ruga) mediante immissione sotto il piano cutaneo di una sostanza capace di sollevare in modo temporaneo il piano cutaneo stesso depresso. – riempimento e spianamento delle rughe glabellari (tra le sopraciglia), perioculari (zampe di gallina), solchi nasogenieni e del codice a barre (rughe intorno alle labbra) o qualunque alta ruga presente sul volto. – per volumizzare zigomi, guance e labbra Dopo il giorno dell’impianto, se il medico lo reputa necessario di fa una visita di controllo gratuita a 2 settimane di distanza dal giorno dell’impianto stesso. Il trattamento può durare dai 6 ai 12 mesi in base al soggetto e al prodotto utilizzato.

FILLER E BIORISTRUTTURAZIONE CON RADIESSE Si tratta di un filler di nuova generazione approvato dalla FDA (Food and Drug Administration degli USA) dal 2006. Utile per un efficace aumento del volume e la stimolazione della produzione del collagene per ottenere un bellissimo lifting volumizzante ed un aspetto più giovane. Con questo trattamento si può ottenere il ringiovanimento delle mani, ridurre la “gobba sul naso”, aumentare gli zigomi e tanto altro ancora con un alto grado di sicurezza grazie ad una alta tollerabilità del prodotto.

BOTULINO iniezioni di tossina botulinica purificata nei muscoli mimici del viso provocandone un indebolimento temporaneo ed una conseguente riduzione dell’attività contrattile. Si riesce, così, ad attenuare le rughe d’espressione come le rughe orizzontali della fronte, quelle verticali tra le sopracciglia e quelle intorno agli occhi cosiddette “zampe di gallina”. Indicazioni: rughe d’espressione del terzo superiore del viso. Durata del risultato: Le infiltrazioni cominciano a dare risultati apprezzabili dopo 2-5 giorni dal trattamento, e raggiungono dopo un mese la massima efficacia. I risultati durano per altri 4-5 mesi, e poi scompaiono gradualmente. PEELING (Dermamelan, White peel, Glicolico, Salicilico, Mandelico, TCA) trattamento locale con uso di acidi atto a rimuovere gli strati più superficiali della pelle (cornei) con un maggior effetto tensivo della pelle, per stimolare le cellule della cute e sebo regolare. Indicazioni: crono e photo-aging, nell’acne e nei suoi esiti, nella cute seborroica, nelle smagliature e nelle cicatrici superficiali, nelle ipermelanosi localizzate, nel melasma, nelle pigmentazioni melaniche e nelle macchie da photoaging.

INTEGRAZIONE ALIMENTARE uso di fitoterapici, vitamine e minerali per la prevenzione e la cura dell’invecchiamento tissutale.

ALTRI TRATTAMENTI:

EPILAZIONE LASER – LUCE PULSATA SCLEROTERAPIA DEI CAPILLARI E TELEANGECTASIE con laser, radiofrequenza o farmaci in base alle esigenze: La tecnica con l’uso di farmaci consiste nell’immissione intravenosa (nella telangectasia) di sostanze isotossiche capaci di deproteinare la parete endoteliale del piccolo vaso e di conseguenza determinare la formazione di un coagulo così da chiudere il vaso.

vai alla pagina dedicata

Direzione: Via Velletri 10 Roma

Contattaci

Contattaci

800 300 100

Scrivici

Scrivici

info@artemisialab.it