• Cerca

Abbreviazione di antigene di superficie del virus dell’epatite B. Si tratta della proteina di rivestimento esterno del virus, che è presente nel sangue per alcune settimane dopo l’infezione. La sua presenza costante è associata allo stato di portatore sano o di epatite cronica. La presenza di HbsAg costituisce l’indicazione più importante della presenza di un’infezione da virus dell’epatite B (HBV). Il virus penetra nell’organismo e dopo due mesi nel sangue è presente l’HbsAg. La comparsa dell’HbsAg può precedere di 1-7 settimane l’aumento di GOT e GPT (transaminasi), della bilirubina e la manifestazione dei sintomi della malattia. Successivamente si manifestano l’ittero e tutti gli altri sintomi dell’epatite B, che durano 40-60 giorni; dopo di che l’HbsAg scompare.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*